Pannolini Lavabili: cosa faccio col pannolino sporco?

Come gestire i pannolini lavabili sporchi, soprattutto quelli dove c’è la cacca, è una delle domande più frequenti, e quella che più di tutte genera insicurezza in chi si sta approcciando a questo mondo.

In questo articolo ti spiegherò i trucchi e le buone abitudini che ti renderanno il lavoro più semplice e renderanno la tua avventura lavabile gratificante!

Se alla fine della lettura hai ancora dei dubbi sulla gestione o sul mondo dei lavabili, scrivimi per fissare una consulenza gratuita qui! Sarà un piacere offrirti il mio aiuto.

Come gestisco i pannolini sporchi? E se c’è la cacca? Ma Sarà igienico? 

Scopriamolo insieme!

E se hai dubbi sulla corretta routine di lavaggio, clicca qui!

Se al cambio ha fatto solo pipì

Quando togli il pannolino, e il tuo bambino ha fatto solo la pipì, avrai una gestione davvero semplice:

  • Togli il pannolino, chiudendo il velcro se è un modello con lo strap (fallo subito cosi sarà immediato e non rischierai si appicchi da qualche parte rischiando di strappare tessuto)
  • Se stai usando modelli a due pezzi (pocket, ai2, pieghevoli) sfila o stacca gli inserti così da non doverlo fare in seguito
  • Riponi il pannolino a secco, in una wet bag o in un bidoncino con coperchio in attesa del lavaggio.

Il pannolino con sola pipì non ha bisogno di essere pretrattato: sarà il lavaggio in lavatrice, o meglio, il prelavaggio, ad occuparsi di far espellere la pipì dai tessuti.

Se stai usando un pannolino ai2 o tutto in due, puoi mettere a lavare la parte assorbente e riutilizzare il guscio impermeabile ancora una o due volte, prima che anch’esso finisca nella wet bag.

Un consiglio: se il guscio si è inumidito di pipì, sciacqualo e usa una goccia di sapone liquido per lavarlo. Nel mentre che il guscio si asciuga metterai un altro pannolino, e al cambio successivo sarà di nuovo asciutto e riutilizzabile!

E se fa la Cacca?

La domanda in assoluto più gettonata! E, soprattutto parlando di lattanti, anche quella su cui potresti aver letto indicazioni contrastanti.

Partiamo dalle basi valide sempre:

  1. Qualsiasi sia l’età del tuo bambino o il tipo di alimentazione, se ha scaricato il pannolino va pretrattato
  2. Qualsiasi sia la tipologia di pannolino lavabile, va messo a lavare

Ora andiamo a scoprire però i trucchi e i consigli in base all’età.

I Lattanti

Uno dei principali timori dei futuri o dei neogenitori ad usare i lavabili sin da subito, sono il numero di scariche che un lattante in media fa al giorno.

Si, è vero: i neonatini scaricano spesso. Ma la splendida realtà è che le scariche si gestiscono con una semplicità disarmante.

Di più: le scariche dei lattanti sono spesso liquide ed ‘esplosive’ … ecco che con gli usa&getta le fuoriuscite dal pannolino non sono poi così rare, anzi! I lavabili dal canto loro hanno elastici contenitivi che assicurano la massima tenuta anche delle cacche più acquose!

Questo non vuol dire che devi usare per forza i lavabili sin da subito, ma che se ci stai pensando e ciò che ti spaventa sono il numero di scariche, sappi che è più semplice sciacquare un velino lavabile di quanto non lo sia lavare un neonato e tutto quello che indossava 😉

Decidi l’uso che vorrai fare dei lavabili con la massima serenità, ogni scelta è giusta perchè è la tua!

Detto questo: stai cambiando un pannolino sporco di cacca e il tuo bimbo è un lattante? Ecco quello che devi sapere:

La cacca dei lattanti NON è sterile

Contrariamente a quanto avrai letto, non puoi lasciar fare alla lavatrice, seppur la scarica sia liquida e quindi quando toglierai il pannolino troverai solo ‘colore’ e non residui solidi.

Le uniche feci considerate ‘sterili’ sono il MECONIO: una sostanza densa, viscosa, di colore bruno-verdastro prodotta nei primi 2-3 giorni di vita e che viene prodotto dal bambino nella pancia della mamma prima che avvenga la colonizzazione batterica dell’intestino.

Dal parto in poi, inizia la colonizzazione batterica dell’intestino, che è un passaggio assolutamente fondamentale, per lo sviluppo del Microbiota. Ecco quindi la ragione scientifica percui non è corretta l’indicazione che non serve pretrattare le scariche dei lattanti. (se vuoi approfondire clicca qui)

Ci sono altre due ragioni, di ordine pratico, percui ha senso seguire la routine che tra poco ti racconterò:

  1. ALONI: Gli aloni si formano quando una macchia, seccandosi, si fissa al tessuto. Ecco che, se lasciamo il pannolino sporco senza averlo trattato, sarà più facile che si formino aloni. Questo varrà ancor di più se userai l’asciugatrice, o non potrai sfruttare l’azione smacchiante del sole (ad es. in una giornata di pioggia)
  2. ABITUDINI: Occuparsi di un pannolino sporco di cacca da lattanti è un gioco da ragazzi. Richiede si e no 15 secondi, perchè le scariche sono idrosolubili. E’ vero, saranno più frequenti rispetto ai mesi successivi, ma in questa prima fase di scoperta del mondo lavabile, stai anche costruendo le tue routine e abitudini. Se arriverai al momento dello svezzamento, in cui le scariche cambiano consistenza e richiedono un po’ più di attenzione, con una routine consolidata, risparmierai tempo ed energie.

Veniamo però alle risposte che stai aspettando, e cioè: hai tolto il pannolino e ora che faccio?

Una volta gestita, togli l’eccesso d’acqua schiacciando il pannolino (non torcerlo se c’è pul) e riponilo a secco insieme ai pannolini solo sporchi di pipì.

GLI SVEZZATI

Quando introduci i cibi diversi dal latte, soprattutto nel primo periodo di assestamento, noterai anche una consistenza ‘collosa’ che accompagna le pappe. Intanto ci tengo a dirti che non sarà sempre così! Si sta avvicinando il momento in cui la gestione sarà mooolto facile perché le scariche saranno solide e non dovrai far altro che gettarle nel wc!

Ma in questa prima fase, in cui l’intestino si deve abituare a cibi solidi, la gestione dei pannolini lavabili può diventare ostica se non conosci i trucchi giusti.

Per fortuna sei nel posto giusto!

Partiamo dagli accessori che diventeranno i tuoi migliori amici:

  • Velini Usa&Getta: personalmente non sono una loro fan, ma in questa prima fase mi sento di consigliarteli, perché agevolano moltissimo la gestione delle scariche ‘collose’. Il più delle volte dovrai semplicemente togliere il velino. Altre capiterà che sbordi fuori e tocchi il pannolino, ma sarà comunque un validissimo aiuto
  • Velini lavabili: anche loro sono utili, certo, qui vanno pretrattati, ma ti consentiranno una gestione più rapida, e spesso ti limiterai a sbattere il velino sul wc e tirare l’acqua
  • Spatolina ghiaccio o leccapentola: ebbene si! Un accessorio utilissimo insieme ad un paio di guanti! Grazie a questo aggeggio potrai staccare la scarica dal velino o dal pannolino con una semplice passata direttamente sopra al water et voila!

In tutti i casi, una volta rimossi i residui solidi, il pannolino andrà passato sotto l’acqua rigorosamente fredda (il caldo fissa le macchie), con eventualmente un po’ di sapone di Marsiglia, sciacquato e poi stoccato a secco insieme al resto dei lavabili.

 

Faq: Domande Frequenti

  • Ho letto dappertutto che finché lo/a allatto/a non devo fare nulla, è vero?

No, è falso. Le scariche dei lattanti non sono sterili, quindi il non far nulla puo’ valere solo nel caso in cui tu stia caricando la lavatrice e in quel momento il tuo bimbo scarichi: in questo caso particolare puoi soprassedere al pretrattare il pannolino e metterlo direttamente in lavatrice lasciando fare al prelavaggio (se hai dubbi sulla routine leggi qui)

In tutti gli altri casi, non è igienico lasciare un pannolino sporco di feci, per 2/3 giorni in un bidone o una wet bag.

  • I pannolini lavabili sono davvero igienici?

Una domanda spesso legata al pensiero della gestione della cacca e di cui ti parlo anche in questo articolo più dettagliato.

La risposta è: assolutamente si! A patto che siano gestiti e lavati nel modo corretto, i pannolini lavabili sono più igienici degli usa&getta. Riflettiamo: u&g non significa sterile, anzi. Il confezionamento non avviene in ambiente sterile e avranno tutti i residui di lavorazione e manipolazione al loro interno! Un pannolino lavabile correttamente lavato sarà pulito e igienizzato!

  • Ma se li devo pretrattare cosi, non diventano più impattanti degli u&g?

Anche qui viene in nostro aiuto la scienza e gli studi statistici e possiamo serenamente affermare che no: i pannolini lavabili sono e saranno sempre meno impattanti dei pannolini u&g. Per produrre un singolo pannolino usa&getta vengono impiegati in media 34 litri d’acqua, che verrà poi scaricata con residui altamente impattanti sull’ambiente come metalli pesanti, furani, diossani e altri inquinanti; senza considerando le altre materie prime impiegate per la produzione e il processo di smaltimento a fine vita. Per pretrattare i pannolini, azione che compirai solo su quelli sporchi di cacca, dovresti utilizzare al massimo 5/6 litri d’acqua se ne usi molta. Una lavatrice in media carica tra i 45 e 65 litri d’acqua e con essa lava un intero parco pannolini. Ecco che senza addentrarci nel merito (lo facciamo qui), la semplice matematica ci da la risposta

  • Ho letto che il Marsiglia ‘cera’ i pannolini lavabili, è vero?

Solo in parte: il sapone di Marsiglia è un ottimo aiuto per pretrattare i pannolini lavabili o i velini lavabili sporchi di cacca, sia perchè rimuove completamente il colore sia perchè abbatte la carica batterica. Per evitare che rimanga nelle fibre è buona abitudine sciacquarlo bene, meglio se con acqua tiepida o calda. La ceratura o l’alterazione dell’assorbenza si ha quando c’è eccesso di detersivo, oppure si lava in lavatrice con solo sapone di Marsiglia. Che, ricordiamolo, è un sapone e non un detersivo: per il benessere dei tuoi lavabili e anche della tua lavatrice, non farlo! Se non sai che detersivo scegliere per lavare i tuoi pannolini, ne parliamo qui!

  • Devo pretrattare subito il pannolino o posso aspettare?

Ci saranno momenti in cui ti sarà impossibile occuparti subito del pannolino: quello dell’asilo nido ad esempio, o anche semplicemente momenti in cui le priorità saranno altre (il tuo bimbo ha bisogno di te). Se ti occuperai del pannolino qualche minuto o ora dopo, non succederà nulla. L’importante è non lasciare un pannolino sporco di cacca per tre giorni.

  • Con gli usa&getta però è più facile, basta buttarli via!

Non è proprio vero: la normativa chiede in realtà di togliere le feci anche dagli u&g, perché considerate rifiuto e rischio biologico. Purtroppo quasi nessuno lo fa, ma se ci pensi, è estremamente più difficile toglierle dall’u&g e non c’è neanche ‘il gusto’ del lavabile di mezzo!

Articoli simili