Dopo mesi di onorato servizio i vostri lavabili perdono colpi?
Avete notato una minor durata o perdite inspiegabili?
Puo’ succedere… ma state tranquilli!
Abbiamo la soluzione!
In questo articolo vedremo le principali cause delle fuoriuscite di pipì e i rimedi da adottare.
Se alla fine della lettura avete ancora dei dubbi o il problema persiste, contattaci per una consulenza qui.

PROBLEMI-DI-ASSORBENZA-PANNOLINI-LAVABILI

Una volta appurato che la regolazione della taglia e il posizionamento del pannolino sono corretti, possiamo andare per esclusione per risolvere l’inconveniente e tornare ad amare i lavabili.
Guarda il video per capire meglio se il tuo pannolino è messo bene

Materiale assorbente:

Se il pannolino è messo correttamente e gli inserti sono zuppi, ci troviamo di fronte ad un problema legato al tipo di materiale scelto.
Come abbiamo visto nella guida Lavabili da Amare, ogni tessuto ha le sue caratteristiche, conoscerle ci consente di trovare sempre la soluzione ottimale per il nostro bambino.
La microfibra ad esempio, uno dei materiali standard in dotazione di molti pannolini (anche se sempre più produttori stanno sviluppando versioni Organic più performanti), è un tessuto economico, che assorbe molto velocemente ma altrettanto velocemente quando è zuppa, rilascia. 

Capita quindi che in presenza di bimbi particolarmente produttivi, o quando cominciano a star seduti (schiacciando il pannolino), iniziano anche le perdite; queste di solito riguardano il girocoscia e sono facilmente risolvibili!

Basterà accoppiare al nostro inserto in microfibra un tessuto naturale per creare una combo estremamente performante: velocità di assorbenza e tenuta (in questo caso la canapa è regina indiscussa). 

Possiamo anche valutare di sostituire la microfibra (gli inserti diventano degli ottimi alleati nelle pulizie di casa!) con tessuti naturali come il cotone e il bamboo; dalle ottime proprietà assorbenti, trattengono al loro interno il liquido anche se strizzati. 

Accumulo di detersivo:

Una delle cause più frequenti di perdita di assorbenza dei nostri pannolini deriva da una errata routine di lavaggio, che causa residui di detersivo nei tessuti, compromettendone così l’assorbenza.

Spesso a questa condizione si aggiungono altri segnali che ci inducono a sospettare un problema:

  • i pannolini puzzano anche appena usciti dalla lavatrice 
  • possono comparire rossori e irritazioni inspiegabili 

Se poi osserviamo la nostra lavatrice mentre fa girare i nostri pannolini, ci accorgiamo spesso di una schiuma bianca che occhieggia dall’oblò.

E quindi che si fa?

Semplice: procediamo a rimuovere il detersivo accumulato con un lavaggio speciale, e rivediamo la nostra routine per il futuro seguendo le indicazioni che trovate qui.

Per risolvere il problema il primo passo è quello di pulire la nostra lavatrice da eventuali tracce residue di detersivo con un lavaggio a vuoto a 90° senza detersivo e con 100/150 gr. di acido citrico direttamente nel cestello (questo aiuterà a rimuovere i residui e pulire gli scarichi). 

E’ buona norma procedere ad un lavaggio di pulizia una volta ogni 2/3 mesi circa, per garantire la salute della lavatrice e il mantenimento delle performance.

Una volta ridato lustro alla nostra lavatrice procediamo con quello che in gergo chiamiamo “strippaggio”.

Questo ciclo particolare va fatto con i pannolini puliti ed è fondamentale scegliere un ciclo che carichi molta acqua (dovete vedere almeno 2 dita d’acqua nell’oblò)

  • Scegli un programma molto lungo e che carichi molta acqua (di solito cotone o allergy care) a 60° senza detersivo
  • Metti in pausa la lavatrice dopo circa 1 ora dall’inizio del ciclo: questo consentirà un ammollo in acqua calda utile a rimuovere i residui di detersivo.
  • Lascia in ammollo per circa 1 ora e poi fai ripartire il programma fino alla fine. 

Se durante gli ultimi risciacqui vedete ancora schiuma ripetete il ciclo, altrimenti stendete al sole il più possibile per disinfettare smacchiare e sbiancare!

Ceratura da creme

Se sono state usate creme anti-arrossamento è possibile che queste siano rimaste intrappolate nelle fibre (in questo caso i tessuti tecnici sono più soggetti al problema) e occorra rimuoverne i residui.

Per ovviare al problema procedi con un lavaggio anti-crema:

Ti servirà una goccia di detersivo per i piatti, una bacinella con acqua molto calda e un po’ di pazienza.

Stropiccia bene tra le mani la zona in cui si è accumulata la crema (di solito si nota perchè si crea un alone scuro) per far penetrare bene il detersivo sgrassante e lascia in ammollo 30-60 min. 

Passa poi a sciacquare abbondantemente per eliminare il più possibile residui di schiuma. 

Una volta terminato procedi con la routine di lavaggio classica.

Se riscontri ancora problemi non esitare a contattarci!